Avrai

Avrai da salire e scendere scale;
Avrai voli ed abissi;
Avrai giorni e notti;
Avrai fiori e sassi.

Avrai,
e versando lacrime crederai di non aver mai avuto.

Avrai,
e con un peso nel cuore, sentirai di non aver mai amato.

Avrai,
e con le lacrime negli occhi, crederai di non aver mai visto.

Avrai,
e col vento tra le mani, sentirai di non aver mai stretto;

Avrai e nel credere di non aver mai avuto,
la tua vita sarà trascorsa.

Avrai da scendere e salire scale,
scenderai e salirai tra sollievo e affanni,
ma ricordalo.

Avrai voli ed abissi,
nei voli guarderai in basso
e dagli abissi guarderai in altro,
ma ricordalo.

Avrai giorni e notti,
nei giorni sorriderai alla luce
e nella notte verserai lacrime,
ma ricordalo.

Avrai fiori e sassi
dei fiori conserverai il profumo
e dei sassi la dura materia,
ma ricordalo.

Avrai
e nell’avere comprenderai che l’alternanza del vivere ti era maestro.

Avraiultima modifica: 2007-07-31T22:30:56+00:00da sylvii
Reposta per primo quest’articolo